Cos'è?

La campagna "Io Non Rischio" è una campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile promossa dal Dipartimento della Protezione Civile assieme ad Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e Reluis (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica).

Io Non Rischio è lo slogan della campagna: con questa esortazione si vuole attirare l'attenzione dei cittadini sulle buone pratiche da adottare per ridurre gli impatto. L'Italia è un paese particolarmente esposto ai rischi sia naturali che antropici. Tra i rischi naturali: il rischio sismico e i rischi alluvione e maremoto. La conoscenza e la consapevolezza dei rischi sono fondamentali nella riduzione degli impatti.


Come Funziona?

Motore principale di questa campagna sono i Volontari dei gruppi Comunali e delle Associazioni di volontariato che incontrando i cittadini, illustrano loro i contenuti della campagna, anche attraverso il racconto delle loro esperienze dirette.

L'incontro avviene nelle piazze "Io non Rischio" che per l'edizione 2018 sono UDINE, TRIESTE, GRADISCA D'ISONZO, REANA DEL ROJALE, SACILE dove saranno diversi i Gruppi Comunali che parteciperanno alla giornata di formazione di sabato 13 ottobre 2018

I volontari "Io non rischio" accolgono i cittadini presso gli stand che riportano l'immagine coordinata della campagna per essere riconoscibili in tutt'Italia. I Volontari che non si limitano a fare volantinaggio, coinvolgono i cittadini informandoli e rispondendo ai loro dubbi e quesiti, utilizzando anche il materiale informativo predisposto per rispondere in maniera scientifica e autorevole a qualsiasi richiesta dell'utenza. Per essere preparati e allestire correttamente la piazza i volontari "Io non rischio" partecipano ad un specifico percorso formativo.


http://iononrischio.protezionecivile.it/ 

Campagna IO NON RISCHIO


Quando?

La campagna Io Non Rischio si svolge in contemporanea in tutte le altre piazze d'Italia. La giornata viene scelta a livello nazionale dal Dipartimento e comunicata ai Comuni che aderiscono all'iniziativa. E' possibile replicare la campagna in un futuro momento solo se autorizzati. In questo caso va presentata una domanda alla Sala Operativa Regionale specificando luogo, data e contesto fornendo il maggior numero di dettagli possibili. Generalmente vengono accordate repliche in occasione di manifestazioni pertinenti con la Protezione Civile o in generale sulla prevenzione dei rischi. Non vengono autorizzate invece in caso di feste/sagre paesane.

Per poter partecipare alla campagna si raccoglieranno le candidature da presentare su apposito modello (www.iononrischio.it) alla protezione Civile della regione FVG  che sarà comunicata per tempo. Allo scadere dei termini verranno valutate tutte le candidature ed approvate quelle ritenute idonee.


prev next

I Formatori

I Formatori della campagna sono volontari che hanno il compito di organizzare e tenere i corsi per tutti i volontari che partecipano alla campagna informativa in piazza. I Formatori sono selezionati su tutto il territorio nazionale direttamente dal Dipartimento della Protezione Civile, devono seguire un corso specifico e sostenere con profitto un'esame finale 

I Responsabili di Piazza

Ogni piazza Io Non Rischio deve avere un referente con compiti di coordinamento fra cui tenere i contatti col Dipartimento e la Sala Operativa della Protezione Civile Regionale, occuparsi della realizzazione dello stand, tenere nota delle presenze, ordinare i materiali necessari e fare da portavoce del gruppo verso gli organi di stampa.

I Comunicatori

Nelle piazze Io Non Rischio si fa comunicazione, informazione, educazione e coinvolgimento dei cittadini sui rischi presenti sul territorio e sulle buone pratiche da attuare per la riduziione degli impatti.

I volontari del gruppo comunale o dell'associazione di volontariato saranno i comunicatori della campagna. Essi avranno a disposizione, per aiutarsi nel tenere il filo del discorso, molti materiali divulgativi in parte fissi facenti parte dello stand ed in parte cartacei. Questi ultimi potranno essere consegnati ai cittadini come promemoria da rileggere, custodire a casa e condividere con parenti e amici.

prev next